Spedizione gratuita per ordini superiori a € 49,90
card
Fidelity Card
Scopri il programma fedeltà e tutti i suoi vantaggi
Blog
  • Home /
  • Blog /
  • Curiosità /
  • Come vivere i momenti di convivialità delle Feste Natalizie senza troppi sensi di colpa

Come vivere i momenti di convivialità delle Feste Natalizie senza troppi sensi di colpa

Scritto da Alchemilla Staff in Curiosità
07 dicembre 2019 - 0 commenti TAVOLA-NATALE

Le festività natalizie anche quest’anno sono alle porte. Il Natale è sinonimo di tempo passato in famiglia, regali, tradizioni.. ma anche di cibo! Le occasioni per mangiare di più si moltiplicano: pranzi in famiglia, cene aziendali e aperitivi con gli amici.

Le persone attente alla propria “linea” si dividono in due gruppi: quelle ansiose che temono di rovinare i risultati ottenuti durante l’anno e quelle che la vivono serenamente nella consapevolezza che saranno solo pochi giorni.

In realtà le occasioni non mancano mai: se non è Natale è Pasqua, se non è Pasqua sono le vacanze estive, un week-end fuori porta, il tuo compleanno o quello di amici e parenti, il collega in ufficio che offre un dolce fatto in casa. Allargo la prospettiva rispetto al Natale per farti ragionare su un punto: tutto sta nell’imparare a gestire momenti “extra” rispetto a delle abitudini ormai radicate.

Ebbene sì, non sto parlando di “dieta” intesa come schema rigido da seguire sempre alla perfezione ma come stile alimentare (e di vita!) soltanto tuo che ti consente di stare bene e di mantenerti in forma.

La differenza è sostanziale: sentirsi o non sentirsi “a dieta” (come la intendono i più, quindi come estrema rinuncia e privazione) non è la stessa cosa! La nostra mente gioca brutti scherzi che non possiamo non considerare: vogliamo sempre ciò che non abbiamo il permesso di avere. Quindi, se si toglie ad una persona un alimento assai gradito, sta pur certo che la stessa svilupperà una fissazione per quell’alimento.

 

La soluzione

Una dieta meno perfetta ma sostenibile nel lungo termine che includa anche alimenti meno salubri in momenti stabiliti, vale a dire in occasione del “cheat meal” o pasto libero.

Intendi raggiungere per poi mantenere la tua forma fisica? Programma il tuo pasto libero! Se non lo fai sarà il tuo corpo a chiederlo magari costringendoti ad una vera e propria abbuffata con tutte le conseguenze del caso, quindi sensi di colpa, tristezza e senso di fallimento.

 

Alcuni consigli

Ogni quanto fare il pasto libero e quando? Dipende, non c’è una giusta frequenza e un momento ideale per tutti. Per una persona “media” potrebbe essere una volta alla settimana, meglio se a cena e nel week-end affinché sia più semplice il passaggio alla dieta consueta. Per alcuni tipi corporei che intendono mettere “massa” potrebbe anche essere 2-3 volte alla settimana dopo l’allenamento. Con il tempo, acquisendo una maggiore consapevolezza del tuo corpo e dei tuoi bisogni, potrai permetterti una maggiore flessibilità e cambiare la frequenza del pasto libero a seconda del momento: ci saranno periodi in cui potrebbe essere una volta alla settimana, altri una volta ogni due, altri ancora due volte alla settimana.

Cosa e quanto mangiare? In occasione del pasto libero non devi semplicemente mangiare di più di quello che mangi di solito ma devi scegliere ciò che ti appaga: potrebbe essere una pizza, la lasagna della nonna, del gelato. Affinché sia davvero “libero” evita di scegliere una pizza baby integrale, una lasagna light o un gelato all’acqua alla frutta: non avrebbe senso! È bene comunque mettere dei paletti, specialmente se non hai dimestichezza col pasto libero, scegliendo 2-3 alimenti preferiti senza troppo pensare alla quantità: così facendo diventerai anche più consapevole delle tue preferenze alimentari.

Pasto libero non è solo cibo ma un “momento per te”: quindi scegli un momento rilassato, crea il giusto contesto ed elimina le distrazioni per goderne appieno!

 

Concludendo..

Quindi, in vista delle vacanze di Natale è bene acquisire e tenere a mente alcuni punti:

  • non saranno certamente il pranzo di Natale e la cena di Capodanno a farti ingrassare
  • il cibo non deve essere un forzatura sociale, quindi sentiti libero di dire “no” quando qualcosa di offerto non ti va
  • in occasione dei “pasti comandati” mangia e bevi quello che c’è in tavola insieme a parenti ed amici senza badare al bicchiere di vino o al pezzo di formaggio in più

Auguro a voi e alle vostre famiglie un sereno e felice Natale!

Dott.ssa Giada Galli
Dietista - Nutrizionista 

 

Questo articolo ha un carattere puramente informativo. Le informazioni contenute sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato di salute. Il lettore pertanto utilizzera tali informazioni a sua unica ed esclusiva responsabilità. In alcun caso l'autore potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti causati dall'utilizzo delle informazioni suggerite. 

 

0 Commenti
Lascia un commento
Non trovi quello che cerchi?
Se stai cercando un prodotto particolare o un consiglio contattaci compilando il modulo qui sotto.
Troveremo insieme la soluzione alimentare di cui hai bisogno.
conchiglia
Iscriviti alla newsletter Alchemilla e ricevi offerte speciali, sconti e promozioni.
message images