Spedizione gratuita per ordini superiori a € 49,90
card
Fidelity Card
Scopri il programma fedeltà e tutti i suoi vantaggi
Blog

Intolleranza al grano: sintomi, dieta e prodotti consigliati

Scritto da Alchemilla Staff in Consigli per gli acquisti
20 giugno 2018 - 0 commenti intolleranza-al-grano.i64479-kxz3vlq-l1
L’intolleranza al grano (o frumento) è una reazione del sistema immunitario che, identificando erroneamente il grano e i suoi derivati come una minaccia, provoca una serie di reazioni e conseguenti disagi. Allora, cosa mangiare e cosa no? Quali farine possono essere consumate? Ecco alcuni consigli per riconoscere l’intolleranza al frumento e per trattarla attraverso un’alimentazione bilanciata. Ricorda, però, che per qualsiasi diagnosi è necessario il parere di un medico.

L’intolleranza al grano (o frumento) è quella forma di disturbo per cui il sistema immunitario scambia il grano e i suoi derivati, in particolare alcune proteine in essi contenute, per alimenti dannosi per l’intero organismo.

L’intolleranza al grano si manifesta come reazione istantanea e solitamente con il rilascio di istamina, una sostanza che provoca i sintomi tipici dell’allergia.

Approfondiamo l’argomento, scoprendo:

 

L’intolleranza al grano VS celiachia

Come abbiamo anticipato, c’è una netta differenza tra intolleranza al grano e celiachia.

  • L’intolleranza al grano viene scatenata dal consumo e/o dal semplice contatto con frumento e derivati (può essere causata anche dall’inalazione della farina bianca, ad esempio). La causa scatenante può essere una qualsiasi delle componenti del grano, ma molto spesso risiede in una delle proteine.
  • La celiachia o morbo celiaco, invece, è intolleranza al glutine. Il glutine è una specifica proteina contenuta nel grano, ma anche in altri cereali come orzo, farro, segale.

Di conseguenza, il soggetto intollerante al grano dovrà astenersi dal consumare frumento e derivati, ma non ha ragione di eliminare dalla propria dieta gli altri cereali contenenti glutine. Anzi, diversamente da chi soffre di celiachia, è importante che li integri nella sua routine alimentare quotidiana.

 

Allergia al grano VS intolleranza

Nemmeno l’allergia al grano e l’intolleranza al grano sono la stessa cosa. Sebbene vengano scatenate dalle stesse componenti del frumento, e non dal glutine in particolare, cambiano le reazioni dell’organismo.

In un caso, con l’intolleranza abbiamo principalmente sintomi gastroenterici. Nell’altro caso, come per tutte le allergie alimentari, abbiamo una vera e propria produzione di anticorpi diretti o l’attivazione delle cellule immunitarie.

intolleranza-al-grano-frumento

 

I sintomi

Come puoi capire se sei intollerante al grano? Facciamo una premessa: comprendere se il disturbo è effettivamente presente è compito esclusivo di uno specialista che, nel caso, ti prescriverà tutti gli esami necessari (prick-test e analisi del sangue per rilevare la presenza di anticorpi IGE specifici). Evita di fare autodiagnosi basandoti solo sulle tue sensazioni o paure.

Ad ogni modo, è utile sapere che l’intolleranza al grano si manifesta con episodi che si presentano entro pochi minuti dal consumo dell’alimento:

  • Prurito e gonfiore della pelle
  • Prurito e gonfiore della bocca, della gola e delle altre mucose
  • Arrossamento e lacrimazione degli occhi
  • Difficoltà di respirazione e ripetuti starnuti
  • Crampi addominali, nausea e vomito
  • Nei casi peggiori, vertigini e dolori muscolari

I sintomi possono presentarsi anche quando si compie esercizio fisico prolungato tra le 2 e le 4 ore dall'ingestione di grano, o dopo un intenso sforzo fisico, abbinati a una sensibilità già presente. Si parla in questo caso di anafilassi grano-dipendente.

 

 

Incidenza

L’intolleranza al frumento è maggiormente diffusa tra i neonati e i bambini piccoli, perché il loro sistema digestivo e il loro sistema immunitario nono sono sufficientemente maturi per processare le componenti del grano. Spesso, crescendo, l’intolleranza sparisce.

Gli adulti, invece, sono spesso intolleranti al grano e contemporaneamente ad altre sostanze, come il polline e le altre graminacee. Capita, poi, che intolleranza al grano e intolleranza al lattosio si manifestino insieme.

 

La dieta da seguire se sei intollerante al grano

Se, dopo aver consultato uno specialista, hai la conferma della tua intolleranza al grano, è importante che tu segua una dieta capace di compensare la mancanza di frumento e dei suoi derivati. Dovrai imparare a informarti dettagliatamente sulla composizione degli alimenti che compri al supermercato, per evitare di assumere le proteine del grano, a volte nascoste in prodotti insospettabili, non solo nei prodotti da forno.

Sapevi, ad esempio, che anche il ketchup, gli insaccati, alcune caramelle o la salsa di soia contengono proteine del frumento?

Per le emergenze, tieni sempre con te una scorta di antistaminici: se dovessi per sbaglio consumare un alimento che contiene derivati del grano, potrai assumere l’antistaminico per limitare la reazione allergica e alleviare i sintomi.

 

I sostituti del grano: qualche consiglio da Alchemilla

Ad ogni modo, non dovrai vivere la tua intolleranza al grano come una sorta di maledizione: le alternative al grano sono infinite!

Puoi sostituire pasta, pane, dolci e pizza a base di farina di grano con prodotti a base di farine di altri cereali senza frumento (riso, miglio, quinoa, farro, orzo, mais, segale), di legumi o di grani antichi come il grano Saragolla. Il Kamut e il grano saraceno, invece, non sono indicati nella dieta di chi è intollerante al grano.

Eccoti qualche esempio:

 

 

 

E per la prima colazione? Anche in questo caso la gamma è vasta: puoi scegliere tra una varietà di cereali, come il riso integrale soffiato o il sorgo soffiato da gustare con yogurt o latte.

      

 

La scelta è amplissima:

Dai un’occhiata sul nostro store 

 

Questo articolo ha un carattere puramente informativo. Le informazioni contenute sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato di salute. Il lettore pertanto utilizzera tali informazioni a sua unica ed esclusiva responsabilità. In alcun caso l'autore potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti causati dall'utilizzo delle informazioni suggerite. 

0 Commenti
Lascia un commento
Non trovi quello che cerchi?
Se stai cercando un prodotto particolare o un consiglio contattaci compilando il modulo qui sotto.
Troveremo insieme la soluzione alimentare di cui hai bisogno.
conchiglia
Iscriviti alla newsletter Alchemilla e ricevi offerte speciali, sconti e promozioni.
message images