Spedizione gratuita per ordini superiori a € 49,90
card
Fidelity Card
Scopri il programma fedeltà e tutti i suoi vantaggi
Blog

L’intestino: più che un organo, un mondo affascinante da scoprire!

Scritto da Alchemilla Staff in Curiosità
25 maggio 2020 - 0 commenti Blog intestino

Bistrattato per secoli rispetto ad altri organi, come cuore e cervello, è tornato alla ribalta negli ultimi tempi tanto da essere stato indicato col termine di “secondo cervello”, definizione coniata dallo scienziato della Columbia University Michal D. Gershon.

Pancia e buonumore

L’intestino è un organo pieno di sensibilità: possiede infatti il sistema nervoso più esteso dopo quello del cervello e, per di più, per alcune funzioni, indipendente rispetto a quest’ultimo. Da solo, dunque senza interpellare il cervello, ordina ai muscoli dell’intestino di contrarsi e la produzione degli enzimi digestivi. Ciò non vuol dire che siano due cervelli isolati: fra loro c’è uno scambio continuo di informazioni.

Per farvi meglio capire la portata di quello che vado dicendo, vi riporto due esempi su come uno possa influenzare l’altro. Stress e pensieri negativi attivano nel cervello le aree che ci fanno provare emozioni come l’ansia e la paura e questo, a livello intestinale, provoca aumento della motilità, rilascio di alcune molecole infiammatorie ed aumento della sensibilità. Ciò può determinare l’insorgenza della sindrome del colon irritabile o della malattia infiammatoria intestinale. Ed anche viceversa: in un intestino infiammato sono state riscontrate alterazioni della produzione e/o dell’efficacia della serotonina, l’ormone della felicità. Pensate che il 95% della serotonina del nostro corpo viene prodotta proprio nelle cellule dell'intestino. Per questo motivo numerosi studi sono stati condotti e si stanno conducendo per approfondire il fine legame tra salute intestinale e disturbi psichiatrici come la depressione.

Non per niente si dice che la pancia è il luogo della somatizzazione per antonomasia. Il problema è che, come spiegato in termini più tecnici e complessi sopra, il più delle volte si attiva il circolo vizioso per cui, passatemi l’espressione, “soffrendo nella mente stiamo male nella pancia” e la pancia perpetua il nostro disagio. Spesso è difficile capire da dove parta il problema, se dalla mente o dalla pancia. Quello che è certo è che dobbiamo iniziare a concepire questi due “luoghi” come intimamente connessi, anche nella soluzione di un disagio che li interessa.

Microbi ed immunità

L’intestino contiene tantissimi microbi nell’insieme noti con il nome di microbiota intestinale, che non è altro che la più grande fetta di tutti i microbi che abitano il nostro corpo. Pensate che il loro numero è pari a 10 volte quello delle nostre cellule: se li guardiamo come estranei ‒ e non, come siamo soliti fare, come parte integrante del nostro corpo ‒ siamo fatti più di microbi che di noi stessi!

I due terzi del nostro sistema immunitario si trova proprio a livello del nostro intestino. Si chiama GALT ‒ o, più semplicemente, sistema immunitario intestinale ‒ ed è influenzato dai nostri microbi intestinali. L’influenza che i microbi possono determinare può essere sia in senso positivo che in senso negativo a seconda che ci sia o meno una condizione di buon equilibrio tra specie “buone” e specie “cattive”. Entrambe son sempre contemporaneamente presenti ma, in caso di equilibrio, quelle “cattive” non ci daranno alcun disturbo.

Un microbiota intestinale equilibrato e sano ci protegge dalle malattie in diversi modi, tra questi:

  • produce muco ‒ barriera difensiva contro i microbi “cattivi” e dalle tossine
  • produce acidi grassi di cui vanno ghiotte le cellule della parete intestinale, che così diventa più salda e impenetrabile
  • stimola il sistema immunitario in caso di attacco al nostro organismo
  • smaltisce alcuni composti tossici, tra cui i metalli pesanti

E non solo... un microbiota intestinale sano esegue efficacemente altri compiti, non meno importanti:

  • permette l’assorbimento di minerali
  • modula il metabolismo dei grassi controllando i livelli di colesterolo
  • è coinvolto nella produzione di vitamina K e delle vitamine del gruppo B
  • aumenta la disponibilità di alcuni nutrienti.

A ciascuno il suo microbiota

Il microbiota fa parte della nostra identità: non esiste un microbiota identico ad un altro e, in aggiunta, lo stesso muta nel tempo. Ad esso contribuiscono in parte i nostri geni ed in parte l’ambiente che ci circonda. Tra i fattori ambientali più influenti c’è l’alimentazione e lo stile di vita. Non a caso il filosofo Feuerbach, già nell’ottocento, asseriva “siamo quel che mangiamo”.

Con questo articolo spero di aver contribuito ad orientare la vostra visione di salute in senso più olistico. Non possiamo più curare la mente separandola dal corpo e viceversa. A prova della loro connessione non solo i fatti del quotidiano che spesso fatichiamo a vedere ma anche le recenti numerose scoperte nell’ambito delle neuroscienze. E così dovremo abitarci all’idea di prendere in considerazione un percorso psicoterapico per curare una sindrome del colon irritabile e un percorso nutrizionale per curare un disagio/squilibrio che riguarda la nostra sfera emozionale. 

Integrazione: pro e prebiotici

L’integrazione di pro e prebiotici rappresenta un valido sostegno per l’intestino in caso di diarrea

Flora   balance fast

o nel corso di terapie antibiotiche

Quando però il problema intestinale diventa cronico è molto importante lasciare da parte il “fai da te”, abbinando all’integrazione un percorso nutrizionale mirato.

 

Fissa un appuntamento con me, sono disponibile anche per consulenze telefoniche e in Skype.
Se sei interessata contattami

Dott.ssa Giada Galli – Dietista Nutrizionista
Clicca qui per conoscermi meglio

 

Questo articolo ha un carattere puramente informativo. Le informazioni contenute sono rivolte a persone maggiorenni e in buono stato di salute. Il lettore pertanto utilizzera tali informazioni a sua unica ed esclusiva responsabilità. In alcun caso l'autore potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti causati dall'utilizzo delle informazioni suggerite. 

0 Commenti
Lascia un commento
Non trovi quello che cerchi?
Se stai cercando un prodotto particolare o un consiglio contattaci compilando il modulo qui sotto.
Troveremo insieme la soluzione alimentare di cui hai bisogno.
conchiglia
Iscriviti alla newsletter Alchemilla e ricevi offerte speciali, sconti e promozioni.
message images